BODY PERCUSSION

La Body Percussion (Body Music o Musica Corporale) consiste nella pratica di utilizzare il nostro corpo come se fosse uno strumento musicale.

La Body Percussion aiuta la concentrazione; migliora l’attenzione; la memoria; la propriocezione e il controllo dei movimenti.

Inoltre può essere un ottimo strumento educativo, può aiutare l’integrazione in un gruppo ed è un ottimo canale per veicolare emozioni, infatti il “gesto” non è solo movimento e suono, ma anche un insieme elaborato di emozioni e sensazioni.

La creazione di composizioni percussive o anche di semplici cellule ritmiche, migliora l’autostima, l’istinto musicale e le capacità cognitive.

CORSO DI BODY PERCUSSION A TRIESTE

Tutti i mercoledì con A.C.S.D.Officine Artistiche

Da Novembre. Ogni Mercoledì dalle 18.30 alle 19.30

3351776757
Info: A.C.S.D. Officine Artistiche

Perché frequentare il corso di Body Percussion?

Essere in tanti è una delle caratteristiche delle poliritmie, e la a musica “gira davvero” solo quando nel gruppo c’é unione e sintonia.

Divertirsi ed entrare in un contesto gioioso fa parte della mia didattica. In un clima sereno si è più aperti alle novità e si è maggiormente disposti a mettersi in gioco. Sono le condizioni ideali per crescere ed apprendere.

Il metodo utilizzato durante le lezioni è la fusione del sistema tradizionale africano, basato sull’oralità e sul sentire puro e primitivo, degli studi nel campo della pedagogia e della didattica musicale (Orff, Gordon) e della sensibilità acquisita nella formazione in musicoterapia. Anche chi non ha competenze musicali o doti particolari, in breve tempo si stupirà dei risultati ottenuti in modo pratico ed intuitivo.

La didattica musicale classica fornisce valide competenze ma trascura alcuni aspetti preziosi del vivere musicale. Il corso offre un diverso punto di vista, che permette di rafforzare il senso del ritmo, la capacità di ascolto nell’ensemble e il mettersi in relazione musicale con gli altri elementi dell’orchestra, curando anche tecniche di assolo e improvvisazione .

Ricerche scientifiche riconosciute affermano che suonare percussioni in gruppo riduce la tensione, l’ansia e lo stress, contribuiscono a rinforzare l’autostima, il sistema immunitario e le capacità psicofisiche in genere.

La musica, in Africa, accompagna da secoli una quotidianità fatta di lavoro, di tradizioni, di folclore e di ritualità. Imparare a suonare il djembe e i dundun significa avvicinarci ad una cultura lontana dalla nostra, spesso stereotipata in modo superficiale, che nella musica (e nelle arti espressive in genere) ha inserito un forte contenuto sociale e aggregativo. Parleremo di maschere, di usanze, di canti, di caste, di terre lontane.

Sono perdutamente innamorato del mondo delle percussioni e adoro condividere quello che so. Continuo a studiare in Italia ed in Africa per migliorare la mia tecnica e le mie conoscenze. Un insegnante appassionato avrà sempre una marcia in più e trasmetterà non solo le sue competenze, ma anche il suo entusiasmo.